Le dichiarazioni della neo Ministra Locatelli

“I temi che riguardano la fragilità, oggi devono essere trattati dal punto di vista concreto”

A margine della cerimonia per il giuramento del nuovo governo Meloni, la neo Ministra Alessandra Locatelli ha espresso dichiarazioni precise relativamente al nuovo corso che intende dare alla gestione del suo Ministero.

Laureata in Sociologia, è specializzata in cura delle persone disabili. Nel suo background vi è un percorso di lavoro come assistente e supporto di persone fragili e ha lavorato anche come volontaria di soccorso in Africa.

Locatelli ricopriva il ruolo di Ministra per la Famiglia e le Disabilità nel governo ‘Conte I’, e successivamente, quello di Assessore della Regione Lombardia con delega alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari Opportunità.

Mettere al centro la qualità della vita delle persone con disabilità e delle loro famiglie

Tra le dichiarazioni più interessanti rileviamo: “Non vedo l’ora di mettermi a disposizione delle persone, delle associazioni e degli enti del terzo settore che svolgono un ruolo preziosissimo e immaginare insieme a loro un futuro che metta al centro la qualità della vita delle persone con disabilità e delle loro famiglie”. 

La neo Ministra ha inoltre dichiarato: “Ci sono tante cose da fare, partendo dal riconoscimento del caregiver, dall’attuazione dei decreti della legge delega sulla disabilità, alla piena partecipazione alla vita sociale delle persone con disabilità, garantendo loro formazione, lavoro, inclusione e accessibilità. Farò di tutto perché questi temi siano al centro dell’azione di questo governo.”

È chiaramente presto per poter esprimere un giudizio oggettivo sull’operato della Ministra. I presupposti sono buoni e la community di Propizio vuole offrire tutto il supporto necessario affinché si passi dalle parole ai fatti. È tuttavia vero che occorre rimanere sempre vigili affinché le belle parole non restino lettera vuota. 

Iscriviti gratuitamente a Propizio e resta sempre informato sulle ultime novità relativamente al mondo della disabilità.